fbpx

Sapevi che esistono alimenti quotidiani che favoriscono all’aumento della fame? Ti svelo subito quali sono 👇

Nella corsa frenetica alla ricerca della forma perfetta, del giusto corpo e della corretta alimentazione, spesso perdiamo di vista la nostra vera Identità. Dimenticando chi siamo, corriamo dietro a format standard che ci portano ad adattarci ad un regime alimentare lontano dal nostro stile di vita e lontano dal pianeta Terra, luogo che ci ha visto creare.

La vita stessa (se solo ci fermassimo ad ascoltarla) ci insegna che ciò che è naturale è ciò che FUNZIONA realmente. 

Mangiare troppo è il senso di colpa comune, quindi per non sentirci frustrati o limitati, e non volendo rinunciare alla movida sociale ricorriamo spesso a piccoli continui spuntini per poi ritrovarci senza pensarci troppo a darci da fare all’Apericena… che vedrà arrivare la cena e ci sorprenderà ad andare a dormire con ancora un certo languorino.

No non volevamo, ma abbiamo mangiato troppo…anche oggi. 

Come mai?? Non è colpa tua…non completamente!

Commettiamo quotidianamente 2 errori nutrizionali che aumentano inconsciamente il desiderio e bisogno di assumere cibo in continuazione.  

Non vi parlo di FORZA di volontà, ma di conoscere il nemico ed aggirarlo 😎 trovando il giusto equilibrio e… in men che non si dica, anche la tanto anelata forma psico-fisica! 

Nemico numero uno. LO ZUCCHERO: provoca dipendenza!

Zucchero inteso come sciroppo, fruttosio, bevande zuccherate, frutta secca, caramelle, cereali per la colazione, glucosio, succhi di frutta, gelato, dessert, cioccolato e cosi via.

Ricerche e studi nutrizionali sostengono che lo zucchero può avere un effetto profondo sulla stimolazione dell’appetito.
Come nasce il problema ? Partiamo dal presupposto che il corpo umano è molto intelligente ed un grande risparmiatore. In passato lo zucchero si poteva trovare in natura solo nella frutta che a sua volta cresceva solo in estate. Il corpo quindi dava l’input di fare scorta di zuccheri a volontà, inteso come frutta, per poter affrontare la rigidità dell’inverno dove avrebbe bruciato il grasso immagazzinato con l’abbuffata zuccherina estiva. Oggi, nel 2020, troviamo lo zucchero raffinato sotto miriadi di prodotti  ed accumuliamo grasso su grasso, stagione dopo stagione tanto che il corpo non riesce più a bruciarlo. 

C'è una soluzione?

Potresti inizia a diminuire gli zuccheri modificando le tue abitudini, hai mai provato per esempio ad iniziare la giornata con una ricca colazione salata? Se volessi cambiare radicalmente la tua vita basterebbe eliminare lo zucchero per almeno due settimane. Studi medici vedono guarite addirittura malattie, solo eliminando lo zucchero.
Riducendo lo zucchero potrai perdere peso, migliorare la pelle, aumentare le tue energie e le funzioni cerebrali, migliorare l’umore, migliorare la digestione e la fertilità.
Interessante no? Ciò non vuol dire che non potrai più assumere un granello di zucchero, solo ne hai la consapevolezza e quindi puoi scegliere ed imparare a consumare la giusta quantità 😉per non compromettere il tuo appetito.

Nemico numero Due. CARBOIDRATI COMPLESSI e DI SCARSA QUALITA'

Carboidrati come pane bianco e tutti i prodotti da forno creati con farina bianca , pasta (in eccesso e di scarsa qualità), biscotti, cereali da colazione, patatine e tutto ciò che è raffinato.
Questi alimenti non ci soddisfano in realtà perché sono calorie vuote per il nostro organismo, non hanno nutrienti ma sono accumulatori pesanti per il corpo.
Avete mai notato quell’effetto chimico di certi fast food che più mangi e più hai fame? Perché più ingeriamo panini e patatine più il nostro organismo ci richiede di essere nutrito e quindi mangiamo ancora panini ed ancora patatine ed ancora e ancora. Sentendoci pieni e pesanti per un po’ ma ricominciando a stuzzicare da li a poco. È scientificamente provato che se iniziamo la giornata con una colazione ricca di croissant , cereali, muffin, succo , carboidrati a volontà , mangeremo molto di più durante tutto il giorno ed avremmo un appetito maggiore, desiderando ancora carboidrati e zuccheri . Questo comporterà difficoltà di concentrazione, sbalzi d’umore e appetito fuori controllo.

C'è una soluzione?

Potresti provare ad iniziare la mattina con una sana abitudine densa di proteine e di grassi sani, non avrai così nessun picco di brama o tendenza a mangiare troppo .

Potresti creare un giusto equilibrio, scegliendo una pasta integrale non raffinata e imparare a non abusarne. Aumentare la quantità di carne, pesce e verdura e magari portare un uovo sodo in ufficio per spezzare la fame o qualche noce.
Non si tratta di demonizzare cibi specifici ma di chiarire cosa è naturale in quanto prodotto dalla natura stessa e cosa invece abbiamo creato, modificato, raffinato in laboratorio per colmare le nostre frustrazioni .

Ora sai cosa fare!

La vita non cerca di limitarci cerca di ricordarci chi siamo, la nostra identità, la nostra Natura e naturale esperienza alimentare.
Ora che sai, puoi scegliere consapevolmente se lasciare andare gli alimenti che influenzano negativamente la tua mente il tuo appetito e la tua capacità di regolare il tuo schema alimentare o continuare ad essere vittima del cibo .

Tu hai un grande potenziale, puoi essere la migliore versione di te… Iniziando proprio da ciò che è il carburante che ti mette in azione.
Segui uno stile di vita bilanciato dove le proteine ed i carboidrati sono in equilibrio e quando hai dubbi ricordati che siamo sul pianeta Terra, che siamo esseri umani creati ad immagine e somiglianza Divina dove tutto è a disposizione naturalmente, non complicarti la vita e cogli frutti del tuo Eden 🤗 

Sanna Michela

Se sei interessato alla psicologia alimentare e desideri fare pace con il tuo corpo e il cibo visita questa pagina https://www.monicacollu.com/psicologia-alimentare/

Qui un altro articolo di psicologia alimentare https://www.psicopotenziale.com/laccordo-del-mangiatore-mi-accetto-per-come-sono/

Rispondi